La prima esperienza in radio!

Cari ragazzi, ben ritrovati! Scambiamoci un gesto in segno di pace. Ah no, scusate, questi sono gli appunti per il mio discorso alla santa pasqua, che terrò nella chiesa del mio paese.

(stacco di batteria)

(risate in sottofondo)

Spero di non aver perso tutti i lettori con questa introduzione. Se state ancora leggendo, mi scuso, ve ringrazio e ve bascio.

Eccomi qui! Sopravvissuto al lancio del singolo, e vi dirò, sono molto soddisfatto del mio debutto ufficiale nel mondo della musica!

Avevo già organizzato tutto quanto da quando abbiamo girato il videoclip del singolo; preparato le immagini, pensato a cosa scrivere e tutto il resto, in modo che il giorno del lancio sarei stato tranquillo. Che bravo ragazzo eh?! Da sposare!

Ma veniamo al titolo di questo articolo! La prima esperienza in radio!

Io direi che parto a raccontare dal principio. Allora. Si insomma. Così. Suspence.

Era un uggioso pomeriggio ed io ero sul divano di casa mia, come ogni giorno stavo svolgendo le mie regolari attività sui social, quando, ad un certo punto mi arriva un messaggio. Ve lo riporto testualmente per rendervi partecipi nel migliore dei modi!

“Ciao Riccardo, piacere di conoscerti, mi chiamo Daniele e lavoro per una web radio Milanese che si chiama radio BlaBla. Vorremmo sapere se, in occasione del lancio del tuo singolo, ti andasse di venire nel nostro studio a presentare live il tuo brano. Ci servirebbe (se possibile) ascoltarlo prima, ma abbiamo già visto un pò la tua pagina e anche il modo in cui canti, e si sposa bene con il programma che va in onda il martedì sera che si chiama “Sottovoce”, e cerca di proporre artisti emergenti. Fammi sapere se puoi, e se ti va. Grazie, Daniele”.

Fantastico! Per il lancio del singolo avevo solo pensato di metterlo su YouTube, diffonderlo sui social, e poi, una volta pubblicato l’album, pensare alla promozione e a contattare le varie radio o simili.

Invece mi sono trovato nel posto giusto, al giusto momento! Paolo Fox non avrà mica ragione che quest’anno, è l’anno della Vergine?!?

Ovviamente, dopo qualche ricerca su internet, ho accettato più che volentieri l’invito di Daniele. Però dovete sapere che non gli ho passato la canzone per fargliela ascoltare! 🙂 Non so perché.. ma non ho voluto che la avesse nessuno prima del lancio. Nonostante tutti i diritti di tutte le canzoni nell’album sono già registrati, non mi andava.

Quindi possiamo dire che il buon Daniele mi ha preso a scatola chiusa. A suo rischio e pericolo, e per questo lo ammiro. Forse il mio voleva essere anche solo un test, per vedere con chi avevo a che fare. Come tutti quanti, ha ascoltato il pezzo il martedì mattina, troppo tardi per tornare indietro visto che la sera sarei stato in diretta!

Così martedì mattina, dopo aver caricato il video e averlo diffuso un pò sui miei, ormai amati, social.. sono partito alla volta di Milano insieme alla mia amata.

Guidato, fermato a fare pipì e bere caffeine più volte, buttato giù nurofen e benactiv gola causa influenza, scontrato con la dura giungla che è il traffico di Milano nell’ora di punta, impiegando una vita dall’uscita dell’autostrada, alla svolta per viale certosa!

Grazie a waze ho beccato il posto al primo colpo e.. rullo di tamburi.. ho conosciuto i ragazzi di radio BlaBla che sono davvero super simpatici e super bravi!! Grazie a Daniele e a Lino per la bella esperienza che mi avete regalato!!

Amo conoscere persone belle, che hanno delle grandi passioni, e delle grandi qualità!!

Sono ritornato a casa più ricco di esperienze.. e di amici.

Dopo aver iniziato questo articolo dicendo una cazzata a caso, lo vorrei concludere con un qualcosa di bello. Un consiglio che vale per tutti.

Fate cose belle, fate le cose che amate. Non abbiate paura dell’errore, del giudizio o del denaro. Circondatevi di persone belle, di persone che amate.. e condividete con loro le cose belle che fate. Arrabbiatevi e bestemmiate anche, non dico di diventare Maria Teresa di Calcutta.. ma anche le cose negative, rigiratevele a vostro favore! La vita è solo un gioco. Un bellissimo gioco, che ogni tanto ti diverte, e ogni tanto ti stufa. L’importante è divertirsi, creare, e fare la differenza.. per noi e per gli altri!!

Ci si vede in giro! RM